domenica 13 giugno 2021

Acqua ed aria beni comuni. Referendum e/o Amministrative?

Anche a Bologna, sotto il Nettuno, "la privatizzazione fa acqua da tutte le parti" 










"Le sinistre debbono re-imparare a scegliere sulla base dei loro valori senza avere timori della mobilitazione di massa, che non è un pranzo di gala ma consente di premere per svolte o impedire sfondamenti" riflette uno storico dirigente della sinistra bolognese, sindacalista, parlamentare, uomo di Governo a conclusione di un suo interessante articolo pubblicato ieri, nel decennale del referendum su nucleare ed acqua pubblica: "una vittoria dissipata dalla politica".

venerdì 11 giugno 2021

Difendiamo tutti la nostra comune Madre
























Ci sono Beni Comuni essenziali per le persone che vivono sulla Terra, per gli animali, gli alberi e le piante. L'acqua e l'aria sono un patrimonio inalienabile e un diritto non negoziabile. Non possono dipendere dai rapporti sociali, economici, tra le classi e le generazioni. Dieci anni fa in Italia un partecipato referendum popolare lo ha ribadito a grande maggioranza. Poi?

giovedì 10 giugno 2021

Missione incompiuta ...

Afghanistan: dopo vent'anni di guerra chiamata "missione di pace" il terrore continua









Nella base militare di Herat, la cerimonia di ammaina bandiera del contingente italiano. La guerra afghana per «difendere la pace e la legalità internazionali» è chiusa, ma non viene meno il sostegno dell’Italia, ha assicurato il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini. 

Afghanistan: l'Italia si ritira, le stragi restano

Kabul, Quartiere di Dasht-e-barchi, reportage dopo la strage di maggio: 72 studentesse morte










Nella base militare di Herat, Lorenzo Guerini ammaina la bandiera. Ce ne andiamo ma non vi abbandoniamo, assicura il ministro della Difesa italiano. A Kabul, nel quartiere sciita di Dasht-e-Barchi, si chiedono giustizia e protezione. «Siamo sotto attacco, il governo non ci ascolta: chiediamo alle Nazioni unite, a tutti i Paesi del mondo di fermare gli attentati contro la comunità hazara, di trovare i colpevoli». 

domenica 6 giugno 2021

Ambiente, Bologna, Progetto di Città, Primarie

"Insieme possiamo donare nuovi boschi alle città" ... sostiene Legambiente nazionale 

 








Nella giornata internazionale per l'ambiente piccoli gesti e grandi pensieri. I volontari di Legambiente operano di vanga e ramazza (memori che "occorre pensare globale ed agire locale") e Noam Chomsky diffonde saggezza: "la pandemia è la meno grave delle crisi che viviamo. La minaccia della catastrofe ambientale fa diventare tutte le altre marginali". Diversi giornali propongono edizioni speciali. Si distingue il Corriere della Sera che esce di colore "verde" e con il Ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, che sostiene "basta ideologie, pensiamo ai nostri bimbi". Come dargli torto, almeno su questo?

giovedì 3 giugno 2021

Ambiente svenduto. Come porvi rimedio?

Bologna, primo giugno: flash mob per città sicure, a misura di bambini e della salute ...










Coraggio! Forse qualcosa si muove anche in Italia. Una sentenza - seppure di primo grado e da confermare - così netta non si era mai vista. Dopo cinque anni di dibattimento con 47 imputati (a Taranto) sono arrivate 26 condanne e 280 anni di carcere a imprenditori, manager e dirigenti d'azienda, autorità pubbliche ed amministratori. Fanno già discutere, ovvio (e, taluni aspetti, meritano approfondimenti). Ma rappresentano comunque un passaggio essenziale. Un potere dello Stato può sanzionare penalmente un sistema perverso, che sotto il ricatto del lavoro e di produzioni necessarie al Paese impone un degrado ambientale insostenibile, con danni irreversibili alla salute delle persone ed alla biodiversità.

domenica 30 maggio 2021

Per una svolta ecologica. Molto dipende da Loro ...

Dalle scalinate d'Italia (qui Bologna) bambini e genitori chiedono PREVENZIONE non solo cura ... 










Ieri a Bologna, Brescia, Milano, Napoli, Roma e Torino si è alzata "simultaneamente la stessa onda di protesta: cosa respirano i bambini nelle città italiane"? Purtroppo ancora e sempre "Mal'aria", per dirla con un efficace e ripetuto termine "made di Legambiente". I dati sono stati monitorati (pre Covid-19) durante campagne di scienza partecipata nelle scuole di 6 grandi città e "sono risultati, nella stragrande maggioranza dei casi, fuorilegge rispetto al limite previsto dalle leggi vigenti" denunciano le associazioni di insegnanti e genitori che chiedono misure "a tutela dello sviluppo e della salute dei bambini".

venerdì 21 maggio 2021

Un Passante sulle Primarie

Isabella Conti e Matteo Lepore possono fermare Bellanova, Bonaccini e Mazzanti?











Nei giorni scorsi si sono riaperte le danze intorno al Passante di Mezzo, tra la candidata alle primarie Isabella Conti che vuole rinviare la Conferenza dei Servizi, il candidato Matteo Lepore che vuole ulteriori miglioramenti proposti da un’apposita commissione di tecnici e le giunte di Comune e Regione che spingono per andare avanti a tutta birra perché il progetto va bene così com’è.

domenica 16 maggio 2021

Boschi, Letta, Salvini, Tajani sullo stesso palco

 

Sotto la bandiera di Israele a Roma politici di Lega, PD, Forza Italia e Italia Viva










Otto le vittime israeliane dei razzi di Hamas. A Gaza, sotto le bombe di Netanyahu, è strage di civili palestinesi: 145 morti negli ultimi giorni, tra loro decine di donne, bambini e la giornalista Reema Saad, incinta di quattro mesi, con tutta la sua famiglia. Distrutto anche l'edificio che ospita AP e Al Jazeera. L'esercito di Tel Aviv non vuole testimoni e continua a violare i diritti - doveri universali degli individui, dei popoli e degli Stati; le Risoluzioni dell'ONU e gli Accordi di Oslo. "Le vite dei palestinesi contano" sostiene il leader democratico americano Bernie Sanders.

martedì 11 maggio 2021

Lepore o Manconi, contraddizioni post pandemia

Il traffico insostenibile "sotto San Luca" alla confluenza tra A13 ed A14 - Tangenziale ...










"E' il rovesciamento radicale di tutte le declamazioni di ambientalismo abborracciato, udite negli ultimi mesi, in particolare, dopo l'istituzione del Ministero della Transizione Ecologica. In una sorta di euforia new age, l'ecologia sembra spuntar fuori in qualsiasi discorso pubblico, ma con il ruolo che ha il richiamo alla fame nel mondo quando si parla di ristoranti stellati: un ornamento, una paillette, una decorazione sbrilluccicante. E invece, dice la Corte Costituzionale tedesca e dice il pensiero ambientalista più accorto, l'ecologia è fondamento di qualunque idea di ben essere e di ben vivere.

mercoledì 5 maggio 2021

Questa Amministrazione (di Centrosinistra) ha solo una alternativa (di Destra)?


Possibile rinchiudere il confronto politico elettorale a due nomi senza un Progetto condiviso?   











Verso il voto di ottobre per rinnovare la rappresentanza dei cittadini nei Consigli Comunali e per eleggere nuovi Sindaci sarebbe bene partire dai fatti. Non solo dalle fantasie e dai giochi a scacchi di politici che antepongono il loro destino, quello del loro "partito" o di estemporanei comitati elettorali a piccoli e grandi Progetti di governo delle Istituzioni e delle comunità.

sabato 1 maggio 2021

Da Bologna a Roma sale la proposta ecologista "per cambiare rotta"

Nelle piazze e in sicurezza Fridays for Future ed associazioni manifestano per "agire ora"!

















E' ormai un anno che chiediamo al governo di investire nel nostro futuro ma mi pare che nessuno ci stia ascoltando.
Sappiamo benissimo che questa crisi, quella sanitaria, nasce da una crisi ben più profonda che è quella del nostro "sistema" che sta collassando: i nostri oceani vengono silenziosamente avvelenati, le nostre foreste vengono abbattute in nome della speculazione edilizia, gli animali muoiono per le epidemie ed è esattamente quello che stiamo facendo anche noi come umanità. 

mercoledì 28 aprile 2021

Una "riverniciata green" non è conversione ecologica

A14 - Tangenziale nell'anno del Covid-19: e ora "due miliardi per un Passante di Mezzo più verde"?











E' tempo di fare sul serio. Lo impone la crisi profonda che attraversiamo. Lo suggerisce l'alternarsi e l'aggrovigliarsi di emergenze: sanitaria, climatica, ecologica, sociale, economica, finanziaria, produttiva, occupazionale. Silvio Garattini in una intervista pubblicata oggi sostiene il "bisogno di una rivoluzione culturale. Oltre il 50% delle malattie ce le procuriamo attraverso le abitudini di vita. Il 70% dei tumori è evitabile, ma di cancro muoiono 160mila persone l'anno (in Italia). Questo perché la prevenzione è in conflitto di interesse con il grande mercato della medicina, dei farmaci" ... 

domenica 25 aprile 2021

25 aprile, il coraggio di inventare una società diversa

Partigiani a Bologna. A Porta Lame l'incontro tra generazioni di ieri e di oggi ...

 










Mi domando se la Resistenza sarebbe stata ricordata, e se gli ormai tantissimi nati molto dopo il 1945 ne avrebbero avuto qualche cognizione, se ogni anno, da più di 70, non fosse stata puntualmente commemorata dalle associazioni partigiane e dalle istituzioni antifasciste. Mi pongo questo interrogativo ovvio per non lasciare spazio alcuno a chi – ce ne sono parecchi – considera gli anniversari stanche e retoriche ripetizioni. Sono invece importantissimi perché si tratta di momenti preziosi della vita di ciascuno: quando ci si sente parte di una memoria collettiva. Occasioni sempre più rare, perché di collettivo nelle nostre vite più recenti ce ne è sempre di meno.

mercoledì 21 aprile 2021

La lezione "costituente" della pandemia


La Terra centro di un banchetto dei "padroni" ovvero una nuova Costituzione per la vita sul Pianeta?











Non è una «giornata» che si può celebrare impunemente la «giornata della Terra» messa in calendario per oggi, 22 aprile. È infatti il secondo anno che cade in piena pandemia e non ci si può prendere cura della Terra senza far tesoro della lezione che ne è venuta: è sotto gli occhi di tutti come essa ci abbia preso di sorpresa e come sulla base delle risorse e delle culture disponibili non siamo minimamente in grado di reggere alla prova.

giovedì 15 aprile 2021

Amministrative 2021. Un passo indietro per farne due avanti

In Comune bisogni, idee, progetti e volontà di cambiamento della generazione di Greta










In autunno si vota. A Roma, Milano, Torino, Napoli ed anche a Bologna. Dunque nessuno può sfuggire dal valore nazionale della sfida elettorale. E chi ha idee chiare sulle città e sul Paese che vuole concorrere a costruire non può esimersi dal provare a raccordare in tutte queste realtà risposte all'altezza. Insieme locali e nazionali. Molto difficile allo stato. Per tutti. A "destra" dove la spaccatura è evidente anche nel sostegno (con continui distinguo) e nella avversione (comunque moderata) al Governo Draghi. A "sinistra" dove il progetto di sperimentare un incontro "strategico" tra PD, LeU e M5S si è arenato per mancanza di visione, di serie riflessioni autocritiche, di chiaro confronto politico programmatico e di nuove concordate priorità. Al "centro" dove persino Casini e Galletti pare si possano dividere.

domenica 11 aprile 2021

Come sventrare l'Appennino e lasciare a piedi i pendolari


Non solo al Sud ... Anche in Emilia Romagna si deve investire per adeguare la rete ferroviaria  










L’ebrezza dei finanziamenti europei può generare mostri. L’idea che grazie alle risorse di Next generation Ue tutto sia possibile è particolarmente pericolosa per un Paese come il nostro, come purtroppo abbiamo già visto nell’ennesima ripresa del penoso dibattito sul Ponte sullo stretto di Messina. Ma forse ancora più preoccupante è quanto si trova nero su bianco nel progetto di nuova linea ad alta velocità tra Salerno e Reggio Calabria presentato da RFI.

sabato 10 aprile 2021

Mamma li turchi, ma "dei dittatori abbiamo bisogno"

Il Presidente del Consiglio italiano "silente" in Parlamento e "disinvolto" in conferenza stampa










Draghi, in sintesi, dice che Erdogan è un dittatore che ci fa comodo: tradotto significa che gli facciamo fare quel che vuole fino a quando ci serve. Una pericolosa e irrealistica illusione, del premier ma anche Usa ed europea. Erdogan fa quello che vuole con il nostro consenso e indignarsi perché non rispetta i diritti umani o il galateo diplomatico è assai ipocrita.

domenica 4 aprile 2021

"No grandi navi", vinta una battaglia ...

 

A Venezia, in difesa dell'ambiente e della Città una manifestazione del popolo "No grandi navi" 










La notizia è di quelle attese da anni: il governo ha deciso che le navi di oltre 40 mila tonnellate di stazza non potranno più entrare in laguna e, altra buona notizia, ciò riguarda anche le «navi portacontenitori adibite a trasporti transoceanici». Sembra, così, vinta la storica battaglia ambientalista, in primis del Comitato No grandi navi (peraltro ora sanzionato per le proteste sull’acqua dalla Capitaneria con multe salate che pagherà grazie a una sottoscrizione di massa).

sabato 3 aprile 2021

Un primo di aprile con Extinction Rebellion

Verità, denuncia, ribellione, proposta ... una generazione che vuole essere protagonista










Come ogni primavera da due anni, il movimento ecologista e non violento XR ha lanciato la sua ribellione, questa volta, prendendo di mira “la finanza fossile”.  In linea con la prima richiesta generale del movimento “dire la verità”, le azioni di ieri, hanno avuto l’obiettivo di far dire la verità alle entità finanziare che “nonostante i proclami, continuano ad investire sul fossile, alimentando la bolla del carbonio”. La Money Rebellion si è svolta in 73 paesi nel mondo. In Italia si sono tenute azioni diffuse e sincronizzate in una decina di piazze da nord a sud. I ribelli sono scesi in piazza anche a Bologna: al mattino con una performance e al pomeriggio con una biciclettata - molto partecipata - per le vie del centro.

martedì 30 marzo 2021

Alberto o Matteo? Simona Sindaco! Perché no?

Anche Bologna alle Amministrative 2021. Per tutti suona il campanello della qualità urbana ... 








 


Le parole con cui l'ultimo Segretario PD eletto attraverso una "piazza grande" si è dimesso sono state forti: "mi vergogno di questo partito" ... E il nuovo Segretario, eletto quasi alla unanimità da tutte le correnti senza alcun chiarimento, si è subito caratterizzato su due questioni: l'esigenza di costruire un "partito di prossimità" e la capacità di "riconoscere il valore, le idee e le esperienze delle donne". Tutto questo avrebbe dovuto indurre ogni persona interessata al futuro del Paese e, in particolare, di una Città e di una Regione da sempre governate da sinistra e PD ad interrompere la "folle" corsa a dividere una Città in opposte fazioni a sostegno di Assessori della Amministrazione uscente.

domenica 28 marzo 2021

I soldi che verranno (PNRR) e quelli che già ci sono (CDP)

Una delle aree urbane strategiche di Bologna, già Caserma militare, oggetto di "valorizzazione" ... 










Il Governo corre, ogni giorno con più affanno, per mettere a punto il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) da presentare entro il 30 aprile in Europa, per poter accedere ai circa 200 miliardi di fondi del Next Generation EU. Sono molti soldi, in parte sotto forma di trasferimenti, in parte sotto forma di prestiti. Tutti legati alle famose “condizionalità”, ovvero alla necessità di mettere in campo una serie di riforme dai connotati neo-liberali, e all’impegno, passata l’ubriacatura di spesa, a sistemare i conti di bilancio con una nuova dose di austerità legata all’aumento del debito pubblico.

giovedì 25 marzo 2021

Pandemia, un anno di errori assai poco innocenti

In Italia dopo 3.464.543 persone Covid-19 positive e 106.799 morti è tempo di riflessioni ...











Dall’inizio della pandemia, e senza soluzione di continuità fra governo Conte e governo Draghi, le misure messe in atto per fronteggiarla hanno seguito sei precise traiettorie, ispirate da una comune quanto discutibile idea generale. Le sei direzioni dell’intervento sono: a) ridurre al minimo le restrizioni all’attività delle imprese, che, quasi ovunque, hanno continuato a produrre senza vincoli; b) intervenire con sussidi, il 70% dei quali per sostenere le imprese stesse e il restante 30% per tamponare in qualche modo la disperazione sociale; 

lunedì 22 marzo 2021

Per uscire dalle "zone rosse" è ora di "opzioni verdi"

Giovani ed ambientalisti tornano in piazza: contro emergenze e crisi, conversione ecologica



















In oltre 800 città di 62 Paesi del mondo, venerdì scorso, si sono svolte iniziative promosse da Fridays for Future International. Il movimento ecologista di ragazze e giovani, ispirato da Greta Thunberg e dalle tesi di gran parte di studiosi e scienziati. Sostengono che per salvare gli equilibri naturali che consentono la biodiversità e la vita umana è necessario e possibile - qui ed ora - cambiare il sistema economico e sociale che abbiamo costruito ed adottato. 

giovedì 18 marzo 2021

Biden, Draghi e Renzi: l'offensiva dei Democratici

 

Potremo finalmente sapere la verità sull'incontro tra Matteo Renzi ed il Principe bin-Salman?










Ora che Joe Biden dalla Casa Bianca ha deciso di rompere il muro della prudenza di una diplomazia che troppe volte ha sacrificato sull'altare della pacifica coesistenza e del rispetto internazionale dei rappresentanti di altri popoli o Stati uomini violenti e spietati "killer", dittatori feroci e regimi criminali potrebbe essere tutto più chiaro. E alcuni interrogativi che da mesi assillano le periferie dell'impero potrebbero essere chiariti.

sabato 13 marzo 2021

AAA cercasi Sindaco e Governo Ecologisti (coerenti)

Al tempo delle pandemie, investire ancora e sempre sul Passante di Bologna o cambiare priorità? 












"La nostra società sta subendo la pandemia e contrattacca con vaccini e lockdown. Non è sufficiente. Occorre trovare il coraggio di reagire cambiando. Mi spiego. Non ci saranno sufficienti prove scientifiche, ma vivere in un territorio come il nostro, in una bassa pianura poco ventosa, dove ristagna l'inquinamento, e con tante industrie e tanti allevamenti intensivi, non aiuta il nostro sistema respiratorio. La difesa della salute pubblica passa dall'abbattimento di emissioni e smog ...

lunedì 8 marzo 2021

PD, da Zingaretti a Bonaccini? Per quale progetto?

 

Quando ancora Zingaretti era Segretario di un PD "da ZTL" e diviso ... comunque in festa   









Il fatto che nel PD qualcuno operasse per cambiare il Segretario era comprensibile da tempo. Nicola Zingaretti è stato eletto dopo le dimissioni di Matteo Renzi a causa del rovescio elettorale delle Politiche del 2018 (a loro volta conseguenza delle scelte di Governo del Segretario "rottamatore" e del Referendum del 2016). Molti eletti in Parlamento e diverse organizzazioni territoriali del partito non lo hanno mai considerato il loro leader. E soprattutto hanno portato avanti altre politiche, progetti ed alleanze. Condizionando quelle del Segretario (e Presidente della Regione Lazio).

giovedì 4 marzo 2021

La democrazia "dall'alto" (anziché quella "dal basso")

 

Da un "Super-manager" a un "Generale". Il cambio del Commissario ci rassicura?










Ancora una volta il saggio e pacato professor Gustavo Zagrebelsky, già Presidente della Corte Costituzionale, propone riflessioni e critiche utili per interpretare fatti e tendenze, per orientare iniziative e scelte politiche. "La democrazia dall'alto" - la Repubblica, 25 febbraio - ragiona su "nuovo Governo e Costituzione" e merita una lettura integrale e attenta. Ed un serio approfondimento su almeno due punti.

sabato 20 febbraio 2021

Bologna, da Merola a Lepore? E' ora di aria nuova!

 

Ancora emergenza smog in Emilia Romagna ... La mappa dei rilevamenti di ARPAE tende al "rosso" 











"Se tutti nel PD ma anche fuori danno un giudizio positivo sul mio mandato amministrativo" sostiene il Sindaco Virginio Merola "credo ci siano tutte le condizioni per convergere su Lepore, fra i nomi di punta della Giunta" comunale. Chi può dargli torto? Il fatto è che troppe cose - qui e da tempo - non vanno affatto nella giusta direzione, molti problemi restano irrisolti, altri vengono affrontati con risposte sbagliate ed aprono ulteriori crisi e conflitti. Ecco qualche esempio.

giovedì 11 febbraio 2021

Mario Draghi & "Quelli del SI"

A14 - Tangenziale sotto San Luca: il Passante di Bologna uno dei banchi di prova per Draghi










Mario Draghi è indiscutibilmente una personalità di "alto profilo". 73 anni, alle spalle ha una lunghissima esperienza ai vertici delle Istituzioni finanziarie nazionali ed internazionali. Per lui più che le parole parlano i fatti. E' considerato uno dei più autorevoli rappresentanti delle classi dirigenti che hanno governato l'Europa e l'Occidente negli ultimi decenni. Ma proprio questo è il punto: con quali obiettivi e con quali politiche affronterà la nuova sfida a cui l'ha chiamato il Presidente della Repubblica?

domenica 7 febbraio 2021

Ecologia e clima! Dalla provincia di Bologna le priorità per Draghi, Bonaccini e Sindaci

 

Nell'Emilia inquinata si manifesta per la conversione ecologica e contro i nuovi poli logistici 











Era l'Estate del 2019 quando la Giunta della Regione Emilia Romagna dichiarò lo stato di "emergenza climatica ed ecologica". A settembre segui il Consiglio Comunale di Bologna. A scuotere le principali Istituzioni furono le manifestazioni e le iniziative dei giovani di Fridays for Future e di Extinction Rebellion. Da allora nessun significativo atto di Governo locale, regionale, nazionale ha modificato irresponsabili politiche verso una crescita insostenibile. Eppure ... 

giovedì 4 febbraio 2021

Tutti gli uomini della crisi (2)


Barbara Spinelli scrive oggi un argomentato articolo sulla crisi e sulle prospettive politiche ...











Matteo Salvini. Il Segretario della Lega coglie importanti dati di realtà sociale e politica: le sofferenze e la mancanza di prospettive di ampi settori dei ceti produttivi e delle periferie; l'assenza di radicamento dei principali avversari e competitori; un Paese ed un Parlamento profondamente diviso in tre. E infatti, nel 2018, la maggioranza degli elettori votò M5S nella speranza di un cambiamento radicale del "sistema"; il PD di Renzi è crollato sotto il 20% e la sinistra di LeU non è decollata; nel Centrodestra la Lega nazionalista, estranea ai governi di "larghe intese", ha sorpassato Forza Italia di Silvio Berlusconi.

lunedì 1 febbraio 2021

Tutti gli uomini della crisi

Giuseppe Conte e Stefano Bonaccini, Protagonisti e rappresentanti di mondi in competizione ...










Giuseppe Conte. Come Avvocato del Popolo italiano ha fatto cose discrete ed altre no. Tra le prime il "Reddito di cittadinanza" ed il pensionamento a "Quota 100". Certo, ci si poteva aspettare di più e di meglio. Soprattutto una volta passato il naturale periodo di apprendistato e libero dalla pressione dei due Vice che lo hanno accompagnato fino all'agosto del 2019: Luigi Di Maio, Capo politico del M5S, e Matteo Salvini, Segretario della Lega.

martedì 26 gennaio 2021

Covid-19 e vaccini. Un anno dopo ...

Anche sui vaccini ci sono idee e progetti alternativi. Sorpresa? Gli alleati sono indifferenti?











L’euforia intorno ai vaccini e la campagna di comunicazione attivata dai governi alla fine del 2020, con l’annuncio che il loro avvento avrebbe segnato l’inizio della fine della pandemia, hanno destato nella comunità scientifica qualche perplessità, per le aspettative indotte. Certo, il fatto che due vaccini – Pfizer/Biontech e Moderna – siano stati scoperti e messi in produzione con una tempistica senza precedenti, 10 mesi invece dei consueti 10-12 anni, e con un’efficacia iniziale mozzafiato, oltre il 90%, è un vero miracolo della medicina.

sabato 23 gennaio 2021

Il centenario del PCI. Sinistra dove sei?



A Bologna una delle ultime grandi manifestazioni del popolo comunista (giugno 1987) 












Certo, il comunismo è «roba d’altri tempi», ormai, ed è inutile «rivangare il passato» (solo un socialista come Claudio Martelli può continuare a dire che avevano ragione quelli di allora). Eppure, se c’è una ragione per cui nacque il PCdI fu proprio perché i socialisti di allora non seppero farsi carico non tanto della «spinta rivoluzionaria» del movimento operaio, quanto delle rivendicazioni di operai, braccianti e contadini, delle masse proletarie insomma.

mercoledì 20 gennaio 2021

Se la Politica va in fumo ...

 

Nonostante la "zona arancione" ARPAE rileva da giorni allarme smog in tutta Emilia Romagna 










Nel giorno in cui le centraline dell'Agenzia Regionale per la Prevenzione, per l'Ambiente e per l'Energia dell'Emilia Romagna indicano nuovamente l'allarme smog in tutte le province della Regione, con polveri PM10 che a Modena superano addirittura del doppio i limiti di Legge, uno dei più autorevoli Assessori della Giunta Merola e candidato preferito come Sindaco di Bologna 2021-2026 tra i dirigenti PD consultati dal Segretario del più influente Partito della Città, parla di "fumo" ... 

domenica 17 gennaio 2021

Le vere sfide per Conte, Grillo, Renzi, Zingaretti ...

In tanti anche a Bologna per scuole aperte e in presenza, "risorsa essenziale" per costruire futuro 










La protesta di insegnanti, studenti, genitori ed alcune sentenze TAR hanno evidenziato una grande questione nazionale. Purtroppo male affrontata della maggioranza politica che ha fin qui sostenuto il Governo Conte ed anche dai partiti che ad esso si sono opposti, che si candidano alla guida del Paese e che amministrano gran parte delle Regioni. Per tutti si ripropone la sfida della scuola italiana e del sistema educativo e formativo, una risorsa strategica essenziale per il futuro del Paese.

lunedì 11 gennaio 2021

Basta rimuovere Trump? Basta rimuovere Conte?

Il Presidente USA ... "gettato" dopo i numerosi infortuni e rovesci dell'ultimo anno 

 














Alcuni grandi protagonisti (collettivi o singoli) della cronaca e della storia degli ultimi decenni propongono una narrazione semplice e diretta dei fatti che segnano questo nostro tempo. E altrettanto fanno (quotidianamente) alcuni commentatori interessati e dipendenti. "Dobbiamo liberarci quanto prima" di personaggi simbolo palesemente colpevoli o (relativamente) inadeguati a fronteggiare i problemi, le emergenze, la crisi delle "nostre" comunità. Ovvio riconoscere e condividere una parte di queste tesi. 

giovedì 31 dicembre 2020

Alberi e boschi urbani? Per ora solo mattoni, cemento e asfalto. Eppure ...

A Bologna si continua a costruire in zone verdi, terreni agricoli ed aree dismesse ... 


"Nei prossimi anni ci giochiamo la partita su ambiente e inquinamento. L'agenda della campagna elettorale non potrà non comprendere, tra le priorità, temi come l'ecologia nelle città, la rigenerazione e la riforestazione urbana" ha sostenuto in una recente intervista al Resto del Carlino l'architetto Mario Cucinella. "Sarebbe bello che Bologna fosse la prima città a lanciare al mondo un forte messaggio su sostenibilità ed ecologia".

domenica 27 dicembre 2020

Legge di bilancio: investimenti per l'ambiente, ancora un rinvio

Bonus per l’acquisto di rubinetti, smartphone e macchinari per gli chef, voucher per gli occhiali da vista, incentivi per l’acquisto di auto e tanto altro ancora.

venerdì 25 dicembre 2020

Fatti e Patti (per il lavoro e per il clima)

Il People Mover a Bologna: una realizzazione a vantaggio di pochi e a danno di molti ... 










I bolognesi possono verificare e riflettere. Qualcosa si muove in Città e in Regione. Il People Mover da qualche settimana è in funzione, dopo oltre un decennio di discussioni e di gestazione. Una novità (quasi assoluta) realizzata, testardamente voluta dalle classi dirigenti locali e regionali: partiti ed associazioni degli imprenditori, con il benestare di sindacati ed il silenzio di un vasto mondo di organizzazioni di supporto. Ora la monorotaia in sopraelevata irresponsabilmente preferita ai binari della ferrovia che da sempre sfiorano le piste di atterraggio (e che nel progetto di SFM delle Istituzioni bolognesi risalente al secolo scorso includeva una Stazione dedicata) può soddisfare la curiosità di (pochi) utenti e (diversi) "umarell".

venerdì 18 dicembre 2020

Confindustria, Bologna e questi Amministratori

la Repubblica titola sul primato di Bologna e intervista il Sindaco "in festa" (martedì 16)










"Qualità della vita nell'anno del virus: prima Bologna, giù la Lombardia" il giornale di Confindustria lunedì titola e sintetizza così in prima pagina nazionale. E nel sottotitolo: "Bene l'Emilia Romagna" che piazza Parma (8° posto), Forlì Cesena (14°), Modena (15°) e Reggio (17°) tra le venti. Da qui i titoli e le interviste di molti giornali locali: "Merola in festa: merito nostro e dei cittadini" (la Repubblica), "Bologna, la città dove si vive meglio" (il Corriere), "la città in vetta" (il Carlino). Chi si accontenta può fermarsi qui. 

lunedì 14 dicembre 2020

CGIL ed ambiente. Discutere è necessario e utile. Anche a Bologna e in Emilia Romagna

L'Asse A14 - Tangenziale al tempo di Covid-19. Verso il 2030, il Passante di Mezzo è una priorità?










La lettera aperta di Luciana Castellina e Rossella Muroni ai "compagni della CGIL" ha avviato un interessante confronto nazionale che ha impegnato la segreteria della FILCTEM e autorevoli dirigenti sindacali. Sarebbe interessante che questo confronto si sviluppasse in tutto il Paese ed affrontasse direttamente il nodo strategico delle scelte politiche che il Governo italiano, le Regioni e gli Enti Locali sono chiamati a fare per rispondere alle emergenze (insieme sanitarie, ecologiche, climatiche, sociali, economiche, finanziarie e produttive) del momento.

sabato 12 dicembre 2020

Next Generation UE. Il cambio di passo della mobilità resta al palo

Verso Bologna 2030: un binario ferroviario contro 18 corsie del Passante di Mezzo? 















Il problema del Recovery Plan italiano non sono i sei manager o la composizione della cabina di regia, la presenza dei partiti o la rappresentanza di genere. Dopo mesi di annunci, incontri riservati tra ministri e grandi imprese pubbliche, si scopre che c’è una grande questione politica sul tappeto: l’inadeguatezza di una proposta molto lontana da quanto ci si sarebbe aspettati.

giovedì 10 dicembre 2020

In attesa del vaccino, c'è un mondo da cambiare


Dal volume "Nel silenzio di Bologna. Una città sospesa" (vedi sotto) Qualcuno vuole tornare lì? 










Infine, il pensionato "può girare indisturbato e libero, senza pensieri di infettare nessuno" commenta un buontempone. Infatti il tampone di controllo (che il Servizio Sanitario Regionale non ha ritenuto di dover fare, ma a cui il malfidato vecchietto ha voluto comunque sottoporsi in un ambulatorio privato) ha dato esito negativo. "Perfetto" continua l'autorevole interlocutore (buontempone). E, in effetti, lo sarebbe se non ci trovassimo nel vivo di una pandemia che causa morte e sofferenze quotidiane da dieci mesi. Salvo una breve tregua estiva che anziché essere colta per fronteggiare al meglio la prevista "seconda ondata" è stata essenzialmente rilancio di consolidate abitudini e ripresa di pressioni per imporre vecchie opere, prima ancora che discutibili, sbagliate. 

domenica 6 dicembre 2020

Le Presidenziali USA ci riguardano

Anche Bologna manifesta per i diritti civili nei giorni del movimento Black Lives Matter










Aveva proprio ragione Paul Krugman: ci sono idee, cattive idee, che sono come gli zombie, non muoiono mai, e per quanto le sopprimi, dimostrandone l’erroneità, tornano sempre. Una di queste è che «si vince al centro». Ora che ha vinto Biden, subito, come un riflesso pavloviano, ecco gli zombie della (nostra) sinistra a gridare che «si vince al centro». Se c’è una cosa che il voto americano ha mostrato è quanto quel paese sia diviso. Ragionare in termini di «si vince al centro» è totalmente fuorviante.

venerdì 4 dicembre 2020

Sindacato e Ambiente. Lettera aperta alla CGIL ...



Maurizio Landini in Piazza Maggiore a Bologna, in occasione del 1° maggio 2019










Cari compagni della Cgil, non siamo certo le sole che sono rimaste sconcertate leggendo quanto i sindacati Filctem-Cgil, Femca e Flaei-Cisl e Unitec-Uil hanno proposto qualche giorno fa per far fronte alle urgenze del disastro ambientale. Ci rivolgiamo a voi perché, pur con diverse sensibilità legate alle nostre età differenti, ci sentiamo, per storia e collocazione politica, parte integrante di un fronte di cui da sempre la Cgil ha costituito il nucleo decisivo.

lunedì 30 novembre 2020

Il vaccino ci aiuterà ma non ci libererà dalle pandemie

Lo smog (qui l'emergenza delle PM10 in Emilia Romagna) esige conversione ecologica ...










Non sembrano essere in molti, in questi giorni, a rendersi conto che l’Italia è tornata, come nel marzo scorso, il paese in cui la pandemia miete più vittime. Eppure i dati epidemiologici sono eloquenti: per numero dei contagi abbiamo raggiunto l’ottavo posto, ma l’indice di letalità è secondo solo a Messico e Iran e in linea con Gran Bretagna e Perù. Persino Stati Uniti e Brasile sembrano star meglio di noi. Se poi guardiamo al numero dei decessi giornalieri, siamo tornati in cima alla lista ...

sabato 28 novembre 2020

Il Governo del Virus secondo Bonaccini e C.

Non occorre avere Speranza ... Bonaccini ed il Carlino (di oggi) già conoscono il nostro futuro ...











Ieri la Regione Emilia Romagna ha spiegato così il "boom di guariti" (3.154): il dato è ottenuto grazie "alla messa a regime della procedura delle chiusure degli isolamenti e delle quarantene arretrate". Nella sostanza prende corpo il dubbio che siano stati dichiarati tra i "guariti" persone a cui il Dipartimento di Sanità Pubblica dell'AUSL ha inviato lettera di "conclusione del periodo di isolamento" senza effettuare alcun tampone di controllo (dopo soli 15 giorni dal primo tampone risultato positivo) ovvero persone che hanno ricevuto "liberatoria" pur avendo ricevuto solo 2 (due) giorni prima esito "positivo" ad una recentissima verifica (vedi il caso di Carla Orlandi). 

mercoledì 25 novembre 2020

Quando e come si guarisce da Covid-19?

Il titolo in prima pagina di Repubblica di oggi. Ma c'è anche di peggio e va raccontato ...

 










La denuncia di Repubblica Bologna sulla gestione del Servizio Sanitario Regionale propone a tutti di chiudere con le narrazioni fantasiose del "modello emiliano" edizione 2020 o del "andrà tutto bene". La realtà propone un intreccio irrisolto di emergenze (sanitarie, ambientali, sociali, economiche) e pratiche di governo del tutto inadeguate o, peggio, pericolose.

sabato 21 novembre 2020

Positivi in circolazione senza tamponi di controllo?

Per ridurre la "paura" sono necessari procedure trasparenti, controlli e tracciamenti ...












Ogni giorno Bologna, l'Emilia Romagna e l'Italia contano nuove vittime e morti. La "seconda ondata" della pandemia ci ricolloca ai vertici delle tristi classifiche mondiali.

E' evidente che paghiamo il prezzo di gravi sottovalutazioni maturate del tempo. Ed anche di gestioni recenti: la disinvoltura ed i mancati controlli con cui sono stati riaperti servizi ed attività, essenziali e no, nei mesi estivi.