martedì 12 novembre 2013

A Napoli, con #fiumeinpiena ...

Sabato 16 novembre, a Napoli, #fiumeipiena, una rete di persone, comitati, associazioni della cosiddetta Terra dei Fuochi in Campania, organizza una manifestazione contro le eco-mafie, per il lavoro, la giustizia e la salute.
E' il tentativo di dare gambe alla protesta popolare e ad un bisogno di cambiamento che nasce dal disastro ecologico, ambientale e sanitario provocato dallo smaltimento incontrollato di enormi quantità di rifiuti solidi urbani e di scarti industriali tossici e nocivi, provenienti da ogni parte d'Italia nel corso degli ultimi decenni.
Un traffico illegale organizzato che ha fatto ricchi industriali irresponsabili di ogni regione d'Italia e grandi famiglie camorriste; che ha inquinato gravemente e in profondità il suolo, il sottosuolo e le falde acquifere di territori intensamente abitati e in cui si coltivano, da sempre, prodotti agricoli di valore e fama internazionali (dai pomodori, alle mozzarelle).
La marcia (che ha l'adesione di Legambiente, Libera e FIOM) è il momento culminante di tanti incontri ed approfondimenti che si propongono lo scopo di elaborare, con la più larga partecipazione, una comune piattaforma programmatica da sottoporre alle istituzioni locali ed al Governo nazionale.
Per passare, quanto prima, dalla Terra dei fuochi alla Terra felice.

Una speranza comune, una diversa realtà sociale, ambientale e produttiva: capace di cooperazione e solidarietà tra le persone; di prodotti sani e di qualità, frutto del lavoro onesto e responsabile di individui ed imprese, di progetti ed investimenti di risanamento e di sviluppo compatibile.
L'appuntamento è per le ore 14,30 in Piazza Mancini. La marcia raggiungerà Piazza del Plebiscito, dove verranno accampate tende allo scopo di dare continuità alla protesta ed alla proposta!

Per saperne di più:
http://www.legambiente.it/terra-dei-fuochi/manifestazione
http://www.libera.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/8878
http://www.fiom.cgil.it/cc/cc_13_11_12-odg.pdf

1 commento:

  1. Come ricorda la FIOM non dimenticare la marcia in Val di Susa.
    Anche li si tratta di impegno civile "contro le eco-mafie, per il lavoro, per la giustizia e per la salute".
    Dal Nord al Sud c'è un paese che vuole cambiare!
    Fiorella

    RispondiElimina